Il vino e la bulimia burocratica

revue_calorie_240

Ma quando mai cesserà questa bulimia burocratica? Se lo chiede la Revue du Vin de France commentando la nuova pretesa europea di indicare sulle etichette delle bottiglie anche le calorie per bicchiere. “Le nostre etichette del vino sono già le più cariche di adempimenti al mondo”. E in effetti di indicazioni su un’etichetta di vino ce ne vanno un sacco. Anche la presenza di allergenici, da qualche tempo, giusto per dire. Ora si pretenderebbe che dal 2016 ci fossero anche le calorie.
Al di là di ogni altra valutazione, vale la pena sottolineare una delle osservazioni “pragmatiche” messe in luce dalla Revue: il vino è un prodotto vivo, che cambia di anno in anno, di vendemmia in vendemmia. Questo carico ormai quasi insopportabile di dati da citare costringerà, di fatto, a ristampare le etichette ogni anno, a ogni imbottigliamento. Per i piccoli produttori un simile processo potrebbe diventare insostenibile.
Quando finirà questa bulimia amministrativa? Finirà quando avremo distrutto i piccoli vignaioli? Questo si vuole?


Scrivi un commento