Una indimenticabile Sélection de Grains Nobles

mambourg_400

Un vino dolce o moelleux non manca mai alla Génie du Vin, degustazione principe del Grand Tasting di Bettane & Desseauve a Parigi, ed è lì che ebbi l’occasione di assaggiare la Sélection de Grains Nobles 2006 di Marc Tempé, dal Grand Cru Mambourg.

Marc Tempé è nel villaggio di Zellenberg. Possiede otto ettari sparsi in trenta appezzamenti, e lavora in biodinamica senza però alcuna certificazione.

La caratteristica del Mambourg è di essere una collina staccata dai Vosgi ed esposta al sole. Questo permette di avere delle uve dalla maturità precoce ad appena un chilomenri da uno dei grand cru più prestigiosi, Schlossberg. Il suolo è argillo-calcalreo con marne rosse, ideale per il gewurtztraminer. Il riesling fa più fatica a trovare il suo equilibrio, ma acquisisce note di petrolio e minerali caratteristiche. Per contro non ha una grande sensazione zuccherina al palato.

Questo 2006 è un vino indimenticabile per la sua sensualità e complessità, salino per il suolo e tannico per il tempo necessario a torchiarlo. Ne risulta un succo dalle sfumature esotiche di frutta tropicale e di spezie dolci come lo zafferano. La vendemmia è stata fatta grano per grano. Il naso è un festival di aromi, dai fiori alle spezie e tanto altro. La sua grandezza però si rivela solo assaggiandolo. Ha un palato incredibile, una lunghezza da primato e un equilibrio molto particolare per una selezione di acini nobili. Credo che la sua magia stia nell’avere pochi zuccheri, e questo lo rende molto preciso e persistente.

Alsace Riesling Mambourg Grand Cru Sélection de Grains Nobles 2006 Marc Tempé
(98/100)

In questo articolo

Scrivi un commento