Va forte il vino al ristorante (in America)

ws_ristoranti_240

La gente che va al ristorante è sempre quella. Come quantità, intendo. Anzi, dal 2008 i numeri dei coperti venduti sono grosso modo sempre gli stessi. Ma aumentano i ricavi dalle vendite del vino. Insomma, la gente beve di più e beve meglio, quando va fuori a cena. Accade in America, e a dirlo è Wine Spectator. “Sto vedendo crescere le vendite di vini sopra i 500 dollari” dice per esempio alla rivistona americana il direttore di un locale di quelli che contano. “Le vendite dei fine wine sono più alte”, conferma un altro. E un po’ tutti confermano che il cambiamento è avvenuto durante il 2014. Con un’annotazione: si vende meglio perché sta crescendo la cultura del vino. Mica male.
Già, nella ristorazione americana il 2014 è stato l’anno del ritorno al vino. Al vino di qualità. Al vino che costa di più. Alle “premium bottles”.
Badate, quando si pensa alla ristorazione statunitense si devono dimenticare le dimensioni italiane. Là è una macchina che macina fatturati da far girare la testa. Stando a quel che dice la National Restaurant Association pare che l’anno passato le casse della ristorazione a stelle e strisce abbiano registrato incassi per qualcosa come 683 miliardi di dollari. Se pensiamo che il famigerato debito pubblico italiano è intorno ai 2.160 miliardi di euro…
Ovvio che se i fatturati della ristorazione statunitense sono questi, la voce “vino” non può che essere consistente. Molto consistente.


Rispondi a cris cancella risposta

3 comments

  1. Cris Rispondi

    Sul Sole24ore do oggi “Consumi giu’, anche al ristorante”, parla dell’italia.

  2. #angeloperetti

    #angeloperetti Rispondi

    #Cris. Vero, in Italia è tutta un’altra storia. Ma sinceramente in troppi ristoranti ci sono carte dei vini banali, fatte in fotocopia, con le stesse, identiche etichette omologate: a volte faccio evraente fatica a trovare una bottiglia decente, e allora bevo acqua. Qualche responsabilità i ristoratori italiani ce l’hanno riguardo alla “nostra” crisi delle vendite di vino.

  3. cris Rispondi

    Vero, spesso si fermano al vitigno senza andare oltre.
    Mancanza di cultura che pero’ deriva dalla medesima (mancanza) in capo al consumatore medio.