Dutch Courage, il coraggio olandese in un gin

dutch_courage_240

Dutch courage – il coraggio olandese – è un modo di dire. Rappresenta il “coraggio” – virgolettato, eh? – che viene dall’alcol. C’è chi dice che l’espressione derivi dal fatto che i soldati inglesi durante la guerra dei trent’anni si davano coraggio tracannando gin olandese. Da lì nasceva il Dutch courage. Per questo Dutch courage è anche sinonimo del gin.
Dutch Courage è pure il nome di un dry gin della Zuidam. Viene fatto in Olanda, ovvio. Fa 44,5 gradi.
Il gusto è influenzato dal blend dei “botanici”: bacche di ginepro e radice di iris italiani, coriandolo del Marocco, radice di angelica, arance dolci e limoni spagnoli, bacca di vaniglia del Madagascar, radice di liquirizia dell’India e semi di cardamomo dello Sri Lanka. Ogni singolo ingredienti viene lavorato da solo. La miscela avviene in seguito.
Cristallino alla vista, si presenta all’olfatto con delle delicate ma nitidissime semsazioni di limone, che si uniscono al ginepro. In fondo avverti la vaniglia. Il gusto è deciso, ma l’equilibrio è notevole.
Io l’ho provato da solo, liscio, e anche in un Martini. Per il Martini è notevole.
Dutch Courage Dry Gin Zuidam
(87/100)

In questo articolo

Scrivi un commento