Il campo fiorito

papavero_400

Passeggio sulla stradina appena segnata di un campo fiorito. Ogni tanto mi fermo, respiro lentamente e spalanco bene gli occhi per non perdermi nulla. Ciascun fiore ha la propria fattezza, tonalità, fragranza, la propria orgogliosa personalità da esibire.

Ce n’è uno che spicca e lo catturo con lo sguardo, come una piccola preda con cui giocare. “Dai, facciamo che sei una farfalla appoggiata sulla cannuccia e mi solletichi le labbra mentre bevo!”

Questo è il gioco della natura: forme e sostanze si mescolano e dimorano in armonia, figlie della stessa madre. E poiché ne sono figlia anch’io, le riconosco, le amo e le lascio libere di vivere la propria esistenza.

Farò altrettanto con la mia fantasia.


Scrivi un commento