Gut Oggau e le vigne del Burgenland, Austria

gut_oggau_400

Eduard Tscheppe und Stephanie Tscheppe-Eselböck coltivano le vigne di Gut Oggau dal 2007, abbracciando i principi della agricoltura biodinamica. Le vigne si trovano nel Burgenland, al confine est dell’Austria, nei pressi del lago Neusiedler.

Famose le loro etichette. Sono stati disegnati i volti di alcune persone del villaggio e ad ognuna è stato abbinato un vino che ne riflettette il carattere.

A me sono molto piaciute, ma qualcuno le ha citate come esempio di brutta presentazione.

Di seguito le mie impressioni su vini.

Burgenland Weiss Thimoteus 2013 Gut Oggau
Da vecchie vigne, grande salinità, energia. Al palato frutta cruda, argilla, fiori. Potente e fresco. (90/100)

Blaufränkish 2016 Gut Oggau
Affinamento in cemento. Bella speziatura, puro e leggero, verrà abbinato a vini da suoli diversi, con presenza di scisto e sabbie. Io lo lascerei così. (92/100)

Thimoteo 2016 Gut Oggau (da vasca)
Suolo di calcare su una collina ripida. Grüner veltliner e pinot bianco con macerazione sulle bucce. Terroso e concentrato, conserva però finezza e freschezza agrumata. Sarà un futuro grande vino. (93/100)

Joshuari 2016 Gut Oggau
Campione da botte di blaufränkish da alta collina. Totale piacevolezza, spezie e fiori, pericolosamente facile. Tannini quasi assenti. (92/100)

Atanasius 2014 Gut Oggau
Il 2014 segna un cambiamento stilistico e la ricerca di vini meno strutturati e più facili. Spezie, vegetale nobile, fiori. Freschezza che arriva dal calcare del suolo e da una annata più di luce che di sole. (87/100)

Josephine 2013 Gut Oggau
Grande colore, tabacco, spezie e fiori. Spontaneo e potente al tempo stesso, si sente un l’alcol. Suolo di puro calcare su fondo sabbioso. (92/100)

Joshuari 2013 Gut Oggau
Delicato al naso, più ricco in bocca. Maturo e vivace, senza però la complessità dei migliori. (86/100)

Betholdi 2013 Gut Oggau
Vigna di blaufränkish di oltre 60 anni. Tre settimane sulle bucce senza diraspare. Freschezza floreale e minerale, profondo. Grande energia e continuità. (93/100)

Josephine Sweet 2014 Gut Oggau
Un blaufränkish da uve botritizzate, 143 grammi di zucchero. Stravagante, fantastico al naso, ha una personalità incredibile. Per certi versi ricorda un bianco, per le sue note di agrumi, lampone e frutto della passione. (95/100)


Scrivi un commento