I grandi Médoc vanno attesi

sociando_400

Colore scuro, denso. Naso di resina di pino, tartufo nero, non ancora espresso del tutto. Al palato un gran frutto scuro di mirtilli e una salinità quasi esuberante. Tannino leggero. È così che si presenta il 2012 di Château Sociando-Mallet. Ho notato una piccola perplessità nel finale, che sembra mancare di consistenza, confermandosi sì elegante, ma forse non all’altezza dei migliori millesimi. Come tutti i grandi Médoc, tuttavia, andrà a chiudersi per alcuni anni e dovremo attenderlo per almeno una ventina di anni.

Haut-Médoc 2012 Château Sociando-Mallet
(88/100)

In questo articolo

Scrivi un commento