Graf de la Tour 1993, un merlot che sorprende

graf_400

Conosciuto per i suoi bianchi, penso che il Friuli in realtà nasconda una potenzialità in gran parte inespressa per i vini rossi. Non che non si producano vini rossi, ma credo manchi una identità precisa ai rossi di questa regione. Spesso infatti i produttori si cimentano con le uve bordolesi, da sole o in blend, seguendo degli schemi abbastanza formattati e ripetitivi. Concentrazione, legno, potenza, alcol. Assaggi recenti mi hanno fatto intravedere la possibilità di una strada diversa che mi piacerebbe vedere più spesso percorsa, quella dei vini più eleganti e raffinati.

Certo rimane molto da fare, ma il terroir c’è e penso che, visto anche il cambiamento nei gusti del pubblico, questa potrebbe essere una via per distinguersi dal resto della penisola. Tra l’altro le cose più interessanti le ho sentite con schiopettino e refosco, varietà sulle quali poco si è ragionato a mio avviso.

Ma veniamo al vino di oggi, il Collio Merlot Graf de la Tour 1993 di Villa Russiz. Questo vino di quasi trenta anni risente un po’ dello stile internazionale in voga in quegli anni. È però un merlot che riesce sempre a sorprendermi per la sua insospettabile tenuta nel tempo e per il carattere che riesce a dimostrare. Al naso il frutto dolce del merlot non è per nulla compiaciuto, ma si sviluppa con complessità, andando oltre i limiti della varietà. La frutta si fa confettura, si aggiungono il tabacco, la violetta, la china, il tartufo. Insomma non manca la complessità. Austero, il palato è più basato su una architettura tannica che ricerca la potenza e la struttura. C’è una bella acidità che ricucisce le varie parti, mentre la lunghezza non è da primato, il liquido rimane più largo e alcolico che profondo, ma forse è anche un limite intrinseco della varietà. Comunque sia mi sono goduto il vino così com’è, dopo tutto questo tempo riesce ancora a dare vibrazioni positive. Finale di ferro, inchiostro, pomodoro, fiori e spezie come la fava tonka. Un pelino asciugante il tannino.

Collio Merlot Graf de la Tour 1993 Villa Russiz
(91/100)

In questo articolo

Scrivi un commento