L’elegante Cuvée Lalou 2006 della maison Mumm

lalou_500

La Cuvée R. Lalou è dedicata a quel René Lalou che, entrato nel consiglio di amministrazione della maison Mumm nel 1920, ne rimase poi a capo per quasi mezzo secolo. Lo Champagne che gli è stato tributato è uscito non moltissime volte. La prima edizione mi pare sia stata quella del 1966. Io ho avuto nel calice la 2006, che credo sia l’ultima uscita, per ora.

Metà chardonnay e metà pinot noir, mi è piaciuta parecchio soprattutto per la cremosità della bolla, che è poi una delle caratteristiche che maggiormente apprezzo in uno Champagne. Potrei poi dire di quella piacevole albicocca matura, delle venature rinfrescanti degli agrumi, dei ricordi di nocciola, o forse anche di torrone alle mandorle, o di scorza d’arancia candita o forse proprio di panettone, ma, per quanto ovvio, non sono i singoli dettagli che contano (non contano quasi mai), bensì l’assieme, e l’assieme è complesso e nel contempo – come dire – delicato, armonioso. Mi spingerei perfino a usare l’aggettivo elegante.

Insomma, questa cuvée l’ho gradita assai, e vi auguro che se vi capita di berla possa piacevolmente accompagnare una piacevole serata tra amici com’è avvenuto per me. Vedo che on line si trova tra gli 80 e i 100 euro, che non sono pochi, ma sono meritati.

Champagne Brut Cuvée R. Lalou 2006 G.H. Mumm
(94/100)

In questo articolo

Scrivi un commento