Domaine Cazes, ora ecco i vini secchi

cazes_240

Qualche giorno fa ho raccontato dei (meravigliosi) vini dolci, fortificati, del Domaine Cazes, a Rivesaltes, nel Roussillon, Francia del Sud. Ho scritto che anche lì, come nella zona del Porto, del resto, si son però dovuti gradualmente convertire ai vini secchi, perché c’è sempre meno gente in giro disposta a bere vini dolci, o forse anche – dico io – capace di capirli. Allora adesso scrivo qualcosa dei loro vini secchi. Dicendo che come i vignaioli del Porto, anche qui si son messi a fare belle cose. Insomma, se hai uve buone e hai capacità di leggerle e di leggere i territori, non è la tecnica quella che può mancare.
Ordunque, eccoci qui coi vini che ho tastato. Alcuni a etichetta del Domaine Cazes, altri etichettati cone Les Clos de Paulilles, il domaine acquisto da una manciata d’anni in una spettacolare zona della costa.
Uso un punteggio centesimale per dare una scala delle mie preferenze.
Di un paio di vini segnalo il prezzo in cantina, perché in rapporto con la qualità che esprimono sono da comprare a casse, a botta sicura. “Dobbiamo lottare con la cattiva reputazione della zona”, mi hanno detto in cantina. Purtroppo è così, e questi vini valgono molto di più. Approfittatene, finché siete in tempo.
Côtes Catalanes Rosé Le Canon du Maréchal 2014 Domaine Cazes
Fruttato, un rosé da aperitivo, easy to drink, anche se di corpo robusto. Secchissimo e salato. 84/100
Collioure Blanc 2014 Les Clos de Paulilles
Grenache blanc. Ecco, è uno di quei bianchi da definire minerali. Fruttato di pera e pesca. Sale. 87/100
Collioure Blanc Cap Béar 2014 Les Clos de Paulilles
Acidità e mineralità in rilievo. Teso, affilato, secchissimo e sapido. Un bianco di grande carattere. 89/100
Côtes Catalanes Blanc Le Canon du Maréchal 2014 Domaine Cazes
Muscat e un’aggiunta di viognier. Secco e assai aromatico. Un bianco da aperitivo, da merenda. 82/100
Côtes du Roussillon Hommage 2011 Domaine Cazes
Spezie, frutti, garrigue, vene officinali. Rosso caratteriale e deciso. Viene meno di 8 euro. Grande. 90/100
Maury Sec Castell d’Agly 2014 Domaine Cazes
L’appellation ha solo cinque anni. L’alternativa ai vini dolci. Rosso pepato, fruttato, vivido. 90/100
Collioure Rouge 2014 Le Clos de Paulilles
Complesso. Frutti, garrigue, rosmarino. Affumicato. Selvaggio. Roccioso. Un gioiello a 13 euro. 93/100
Côtes du Roussillon Villages Ego 2013 Domaine Cazes
In acciaio. Da vigne vecchie per avere tannini di spessore. Fruttini rossi, fiori di geranio. 89/100
Côtes du Roussillon Villages Alter 2011 Domaine Cazes
Stesso blend dell’Ego, grenache, syrah, mourvedre, il 40% in legno. Preferisco l’Ego. 82/100
Côtes Catalanes Rouge Le Credo 2006 Domaine Cazes
Era la top cuvée in stile bordolese, cabernet e merlot. Non è per me, ma è fatto molto bene. 88/100
Côtes Catalanes Rouge Le Credo 2010 Domaine Cazes
Basta bordolesi, ora grenache, mourvèdre e syrah da vigne ultraquarantenni. Diamogli tempo. 87/100


Scrivi un commento