Côtes de Bourg, un (altro) bel rosso a prezzo umano

merigot_500

La questione, grosso modo, sta così: a Bordeaux i prezzi, da qualche tempo, sono schizzati alle stelle per via dei ricconi cinesi che vogliono quei rossi perché sono degli status symbol, e dunque per noi poveri mortali sono diventati irraggiungibili. Ok, sta così, ma questo vale per le etichette più blasonate e comunque per le appellation più celebri. Però a Bordeaux è tuttora possibile bere bene – a volte molto bene – senza svenarsi. Basta guardare alle denominazioni “minori”, dentro alle quali si stanno facendo cose davvero interessanti.

Per esempio, ho già parlato di recente dell’aoc Côtes de Bourg, dicendo che da quelle parti si fanno vini notevoli, e “très gourmand”, anche valorizzando un vitigno spesso poco considerato nei tagli bordolesi, ossia il malbec. Parlavo allora nello specifico di Château Martinat, che mi piace da anni. Bene, ora sono qui a ribadire il concetto, perché ho nel calice un altro Côtes de Bourg che merita l’acquisto, ed è quello di Château Merigot, annata 2016.

L’ho acquistato on line a dodici euro e mezzo quand’ho visto che la guida Hachette gli aveva attribuito il coup de coeur e le tre stelle, che vuol dire la massima valutazione in assoluto. Be’, valeva la pena provarlo, con quelle premesse e quel prezzo, no? Ok, l’ho provato, l’ho bevuto e sono qui a dire che merita l’acquisto.

Fatto per quattro quinti col merlot e un quinto col malbec, quando leggi l’etichetta ti può mettere un po’ di soggezione a vedere che fa quattordici gradi e mezzo di alcol. Però quando l’hai nel calice tutta quella potenza alcolica non l’avverti, mitigata com’è da una considerevole freschezza. Un cliente del sito su cui l’ho preso dice che questo vino ha una “bevibilità assassina”, e credo sia un complimento straordinario per un rosso di questa struttura (e condivido il parere). Ah, e poi ha un frutto carnoso, profondo, maturo, ma per nulla eccessivo, e anzi mette voglia di continuare a gustarselo.

Côtes de Bourg 2016 Château Merigot
(91/100)

In questo articolo

Scrivi un commento