Concesso, d’estate si può mettere il ghiaccio nel rosé

ghiaccio_rose

So che adesso scandalizzerò qualcuno. Anzi, forse scandalizzerò in molti. Però, di questi tempi che la temperatura sale e sale e insomma fa proprio caldo e i tg ci dicono che sono giorni da bollino rosso, perché mai non dovremmo poter mettere qualche cubetto di ghiaccio nel rosé? In Provenza lo fanno da sempre, e sono contenti. Noi invece dobbiamo per forza guardare sempre e comunque al vino come a qualcosa di intoccabile e sacrale?

Le sento le obiezioni: si annacqua, si vilipende il lavoro del vignaiolo, basta un frigo, piuttosto bevo una bibita. Chi obietta, semplicemente non lo faccia. Io preferisco il ghiaccio nel rosé, quando fa un caldo che ti squagli. Dunque, ecco il “certificato di abilitazione per mettere il ghiaccio nel rosé & godersi la vita”.

A proposito, io ci aggiungo anche un paio di foglie di menta o di basilico. Giusto per continuare con la profanazione.


Scrivi un commento