Clos des Chênes 1997, qui c’è tanta sostanza

volnay_chenes_300

Un inizio decisamente rustico per un cru di Volnay, il Clos des Chênes, conosciuto per la sua finezza. La metamorfosi avviene nel bicchiere, le note terrose e di radici si fanno più eteree. Andiamo verso la liquirizia, l’arancia e il pepe nero. Come un brutto anatroccolo, ha bisogno di tempo per rivelarsi. E questo nonostante l’età. I grandi terroir non si concedono facilmente. Un palato di grande classe, con tannini levigati ma solidi. Tanta presenza e sostanza.

Volnay Clos des Chênes 1er Cru 1997 Michel Lafarge
(93/100)

In questo articolo

Scrivi un commento