Clos Baudoin, un Vouvray più tattile che odoroso

baudoin_300

Un Vouvray più tattile che odoroso. Rivela la sua vera stoffa al palato, leggermente tannico e capace di combinare maturità ed acidità. Spezie dolci come la curcuma, e poi pera matura, manca della complessità dei migliori. Con pazienza entra la nota minerale di sasso bagnato.

Vanno cercate le sfumature.

Vouvray Clos Baudoin 2002 François Chidaine
(89/100)


Scrivi un commento