Certi vini delle guide sono noiosi come il Progressive

gambi_calici_300

Ero tra quelli cui piaceva il Progressive Rock (e sì, ho una certa età), ma qualche gruppo di quelli che a quel tempo andavano per la maggiore lo trovavo noiosetto. Per esempio, non ero tra gli estimatori dei Gentle Giant. Un paio di giorni fa ho voluto riascoltare il loro album “Acquiring the Taste” per vedere se mi sbagliavo allora, e invece l’ho trovato noiosetto anche a distanza di anni. Ugualmente, in passato trovavo noiosi alcuni vini premiatissimi dalle guide e a quel tempo mi domandavo di continuo dov’era che sbagliavo e ancora me lo chiedo, però quando li riassaggio oggi li trovo ancora noiosi, anche se qualcuno continua a premiarli. Mah, forse non mi sbagliavo.


Scrivi un commento

2 comments

  1. Maurizio Onorato Rispondi

    … e pensare che c’è chi non azzarda mai assaggi fuori dal coro e si perde l’entusiasmo delle scoperte: se un vino non è sul “Manuale delle giovani marmotte” firmato da questo o quel guru o sodalizio semplicemente non esiste. Vini noiosi? Se li meritano!

    1. Angelo Peretti

      Angelo Peretti Rispondi

      Vero, Maurizio.