Cerasuolo è il colore ciliegia, il rosa ciliegia scuro

Schermata 2018-02-04 alle 08.05.55

Come descrivereste il color ciliegia? Probabilmente rosso. Invece no, è un colore che sta tra il rosso e il rosa. Per sapere che cosa sia il color ciliegia mi sono rivolto a Wikipedia. Parlando di colori, dice che “il nome ciliegia deriva ovviamente dal frutto omonimo ed è spesso indicato anche con il suo corrispettivo francese cerise” e aggiunge che “secondo il Dizionario dei colori di Maerz e Paul la prima volta che è stato usato questo termine per indicare il colore è stato nel 1858. Comunque, prima era stato usato, almeno non ufficialmente, nel 1846 in un libro di tessuti da maglia”. Poi, in fianco, c’è un esempio del color ciliegia. Il codice RGB è 222-49-99. È un rosa scuro, non un rosso.

Tutta questa lunga premessa per dire che quando penso alla parola cerasuolo penso al colore della ciliegia, perché è questo che sta a significare questa parola. Ma tecnicamente il color ciliegia non è mica rosso, bensì rosa carico. Rosa comunque.

Ecco, da un Cerasuolo d’Abruzzo, uno dei più importanti vini rosati italiani per tradizione e per storia e per numeri, questo nella sostanza mi aspetto, un rosa più o meno profondo che ricordi il color ciliegia e, insieme, ovviamente, l’uva del montepulciano, e dunque anche la sua vena tannica e il suo carattere espressivo.

Di Cerasuolo d’Abruzzo ne ho avuto nel calice uno buonissimo in questi giorni, il Fossimatto 2016 di Fontefico. Un gioiello di cui mi sono versato due golosissimi calici.

Color cerasuolo come l’ho descritto sopra, nel senso che mi ha davvero ricordato da subito le ciliegie, pertanto più rosa (non scarico, ovvio) che rosso. Poi, vino dritto, asciutto, sostenuto da una sottile ma davvero caratteriale trama tannica. Freschezza. Sapidità marina. Sa di melagrana, ribes nero. Dichiara 14 gradi di alcol e non te ne accorgi e anzi un sorso tira l’altro.

Uno dei migliori rosati (non solo italiani) che abbia bevuto negli ultimi due o tre anni.

Cerasuolo d’Abruzzo Superiore Fossimatto 2016 Fontefico
(93/100)

 

In questo articolo

Scrivi un commento