Cari vignaioli naturali, assaggiate vini come questo

pot_anne_300

Siamo nella Loira, con il poco conosciuto ma magnifico pinot d’aunis. Autour de l’Anne è una cantina decisamente “naturale”, niente chimica in vigna, niente prodotti enologici o solfiti. Ne risultano vini dotati di una beva straordinaria, aperto, fruttato, complesso e facile. Tutto sembra essere al suo posto, è questa del Pot d’Anne è una di quelle bottiglie che ti bevi in un attimo e non la senti.

Invito molti (tutti o quasi) i produttori di vino naturale italiano ad assaggiare un vino come questo. Esiste una via diversa da quella della concentrazione e del legno, si può fare a meno di scimmiottare l’Amarone, lasciate che lo facciano in Valpolicella (sono tra l’altro molto più bravi a farlo). Su questo terreno, ahinoi, gli amici transalpini sono decisamente più avanti.

Pot d’Anne 2016 Autour de l’Anne
(94/100)


Scrivi un commento

2 comments

  1. Claudio Rispondi

    Caro Angelo, mi permetto di darti del tu perchè ormai sei uno di casa, non passa giorno che non legga un articolo sul tuo blog.
    Anche se il mio parere conta poco…state facendo davvero un ottimo lavoro. Continuate così!.
    Tornando al vino, sicuramente è un vino da provare e riprovare ne sono certo, ma il mio problema è trovarlo. 🙂
    Potresti darci indicazioni su dove poterlo per lo meno assaggiare? …enoteche, eventi, distributori, etc. etc.
    Molto spesso leggo i tuoi articoli e rimango affascinato da come descrivi un vino, poi però faccio davvero fatica a provarlo a mia volta.
    Grazie.

    Claudio

    1. Angelo Peretti

      Angelo Peretti Rispondi

      Grazie del messaggio. L’articolo è di Mario Plazio, non è mio. Il vino credo l’abbia assaggiato direttamente in Francia, dato che Mario frequenta spesso la Loira. Talvolta mi pare di aver visto questo vino in qualche enoteca o ristorante qui in Italia, ma non so se sia importato.