Buondonno, che fa un Chianti Classico luminoso

buondonno_chianti_2016

Nell’epoca social nella quale siamo immersi, qualcuno ha inventato l’hashtag #unfivialgiorno nell’intento per nulla velato di convincere a stappare più bottiglie degli aderenti alla Fivi, la Federazione italiana dei vignaioli indipendenti. Una al giorno, è l’ambizione. Non so di chi sia stata l’idea, anche se ho qualche sospetto al riguardo. Tuttavia è un hashtag che mi è tornato d’improvviso alla mente al primo sorso del Chianti Classico Casavecchia alla Piazza di Gabriele Buondonno, annata 2016, che in etichetta reca il logo dei vigneron italiani. Perché questo è un vino buonissimo. Che ristapperei in qualunque giorno, in qualunque occasione.

Il carattere chiantigiano ce lo ritrovi immediato. Con quelle vene terrose, quelle spezie, quel frutto che ti fanno pensare al Chianti. Sì, c’è un fatastido nitore del frutto. Ti sembra di sentire l’acino maturo che fa croc sotto ai denti. Le uve – sangiovese da pratiche agricole convintamente bio – vengono da vigne in Casavecchia, Sicelle e Sicellino, così leggo sul sito, che si espone anche nel dire che il vino che se ne trae è “fortemente espressivo del territorio da cui trae origine”. Be’, penso abbia davvero ragione.

Di più, nel vino ci trovo una luminosità incredibile. Sì, luminosità. È radioso, illuminante, rasserenante perfino. Cristallino, ecco, è un vino che ha la luce quand’è filtrata dal cristallo.

Non prendetemi per azzardato se gli attribuirò il rating che leggerete qui sotto. Perché se la valutazione d’un vino deve tener conto del piacere che apporta – e ne sono convinto – e dell’eleganza con cui si esprime nell’interpretare un terroir – e ne sono altrettanto convinto -, be’, questo è un grande vino, e più di così non riesco a spiegare. Procuratevene un bottiglia e stappatela. Io l’ho già ricomprato.

Chianti Classico Casavecchia alla Piazza 2016 Buondonno
(96/100)

In questo articolo

Scrivi un commento

3 comments

  1. Gabriele Rispondi

    Buongiorno! Grazie per la segnalazione. Non conosco questo Chianti Classico perché dalla scheda tecnica (che brutto modo di chiamare i dati del vino) ho visto che ha 15% di volume d’alcol e mi ha scoraggiato… ma ora lo proverò. Grazie

  2. Sergio Frigieri Rispondi

    Il prezzo,Angelo,il prezzo!!!Chiedo troppo,buondonno?Ciao da Modena,S.

    1. Angelo Peretti

      Angelo Peretti Rispondi

      Quale prezzo? Quello franco cantina? Quello per i ristoratori? Quello in enoteca? Quello al ristorante? On line lo trovi intorno ai 17 euro: basta dare un’occhiata a Google.