Asparagi alla bassanese

asparagi e vespaiolo

Sono monotona e ripetitiva, per questo mi ripeto, ma come posso non scrivere ancora una volta di Enrico Zen, dopo la serata dedicata ad asparagi e vespaiolo? Enrico e Giusy Zampierin sono una coppia che distribuisce amore e gioia a ogni portata. I piatti sono di qualità – frase inflazionata ma vera e necessaria – inoltre c’è ricerca, e selezione, conoscenza, competenza, gusto e pure personalizzazione perché Enrico non cucina per se stesso ma per te. Sa come coccolare gli ospiti, se sei curioso, ti educa al gusto, ti coinvolge nella cultura gastronomica. A me, veramente, più che coccolarmi mi stravizia, lo ammetto. Rientra nel bagaglio delle mie fortune personali. Come quella di poter onorare un menu come questo, armata di calma e godimento.
Buffet di benvenuto con:
– asparagi fritti in tempura di mais sponcio
– pandolce con lardo di Colonnata e asparagi crudi
– carpaccio di manzetta con asparagi marinati e scaglie di Vezzena
– piccola tartare nostrana agli asparagi
– polenta e lumache con trancetti di asparagi
– frittatine con asparagi ed erbette di primavera
– strudel salato di ricotta, asparagi e speck
– prosciutto crudo riserva 24 mesi al coltello
– prosciutto di Praga in crosta di pane
– degustazione di formaggi del Grappa
– tosella San Rocco scottata con asparagi
– baccalà mantecato con julienne di asparagi

Al tavolo:
– risotto agli asparagi
– asparagi e uova alla bassanese
– tagliata di Black Angus con asparagi ai ferri
– millefoglie espressa con crema e fragole fresche

Vini abbinati:
– Prosecco Dirupo Andreola
– Pinot Bianco Ca’ Biasi
– Vespaiolo Classico Beato Bartolomeo
– Vespaiolo Frizzante Beato Bartolomeo
– Vespaiolo Ca’ Biasi
– Vespaiolo Maculan
– Brentino Maculan
– Moscato Fior d’Arancio Borin

La sorpresa in più è stata conoscere Fiore, il babbo di Enrico. Fiore di nome e di fatto, quest’uomo che mi permetto di definire raro per i suoi modi eleganti e la premura e l’amore che traspare nei suoi gesti. Aggiungo la ferma delicatezza con cui affetta il prosciutto a mano. Grandi persone fanno la differenza, sempre!
Chicca della serata: sono stata introdotta alla maniera tradizionale bassanese di mangiare asparagi e uova, guidata dal mio commensale, divertito, Gilberto Padovan. La foto – grazie a Gianpaolo Giacobbo – parla da sola.
Antica Trattoria all’Alpino da Enrico – via Bastianelli 21 – Pove del Grappa (Vicenza) – tel. 0424 550293


Scrivi un commento