Al Box Caffè in Galleria, la gioia del cocktail a cena

enrico_benetazzo_box_padova_500

Lo confesso, sono uno di quelli che a volte a cena bevono cocktail. Mi capita certe sere che sono stanchissimo e ho voglia solo di un piatto e mi va un bicchiere, ma non mi va di bere vino. Allora mangio, che so, un’amatriciana mettendoci vicino un cocktail a base di whisky. E funziona, l’abbinamento funziona, è gratificante.

Ora, se siete nel Veneto e volete provare come stanno i cocktail con la cucina, mangiando un piatto e accostandoci il miscelato “giusto”, sappiate che a partire da novembre al Box Caffè in Galleria, a Padova, ci saranno sette piatti per sette cocktail, ma mica tutti insieme, bensì un’accoppiata al giorno.

Poi vi spiego meglio. Intanto dico che il progetto Box comprende ad ora un terzetto di locali in zone diverse del centro padovano, e sono il Box Caffè, il Box Pizza e il Box Caffè in Galleria (ho detto “ad ora” perché ne sta arrivando quarto, in Riviera del Brenta). Ad aprirli uno dopo l’altro è stato Marco Benetazzo, che si è formato come sommelier in ristoranti stellati come Le Calandre, il Relais Blu e Cracco Peck. Al Box Caffè in Galleria c’è Enrico Benetazzo, che è il bartender del locale e ha fatto esperienza a Londra da Novikov, nel cuore di Mayfair. L’executive chef è Riccardo Maffini, anche lui di provenienza Le Calandre.

Il mantra che i tre recitano è “cose semplici ma molto buone” e siccome lo ripetono continuamente i casi sono due: o è uno slogan che gli ha messo in testa da qualche consulente di marketing oppure ci credono davvero. Siccome ho provato cucina e cocktail, la mia impressione è che ci credano davvero, perché per parlare della loro offerta mi viene da dire che è fatta di “cose semplici ma buone”. Esattamente come dicono loro.

Adesso è arrivato il momento di descrivere i sette piatti e i sette cocktail. Sissignori, li ho provati tutti. In anteprima.

Lunedì. Gnocco fritto con crudo e burrata abbinato con Americano Reale, variante fatta con la Riserva Reale della Cocchi e un bitter artigianale speziato. Negli appunti ho scritto: sorprendente! Funziona alla grande. La vena amaricante del miscelato amplifica la percezione della burrata e del crudo.

Martedì. Carpaccio di ricciola alla pizzaiola con Bloody Mary Box, fatto con succo di pomodoro, limone, mix di salse, origano fresco e la vodka della Sipsmith. Il carpaccio è eccellente, col pomodoro che accentua la mediterraneità del piatto ed a sua volta è accentuato dal miscelato.

Mercoledì. Hummus di ceci servito con gamberi rossi in abbinamento con Katone, fatto col Bitter Bianco Luxardo, oleo saccharum, pompelmo rosa e camomilla. Delicatissimo e morbido, il miscelato sta bene insieme al piatto e conferma quell’idea di “semplicità” di cui ho già scritto.

Giovedì. Spaghetto all’astice e salsa americana con Hennesy Sour. Che dire: applauso. L’affumicatura dell’astice scottato si fonde perfettamente con quella del miscelato, la cremosità del cocktail accompagna quella del piatto. Spero di passare da Padova qualche giovedì per rigodermelo.

Venerdì. Fritto di moeche e salsa curcuma con Mr Ayrton, omaggio al mito brasiliano delle macchine da corsa, a base di cachaça, lime, simple syrup, passion fruit, albume. Cocktail rusticamente impegnativo, così del resto come è per le moeche. Cerebrale, da affrontare a piccoli sorsi.

Sabato. Crema fritta veneziana con Box 75, fatto con London dry gin aromatizzato alla marasca, limone, sciroppo di marasche, Champagne Ruinart. Prima si mangia la marasca che fa da top e poi la crema fritta e quindi si beve il long drink, in questa sequenza. Perfetto, davvero perfetto.

Domenica. Lievitato del giorno con Bobby’s Tonic. A me come lievitato del giorno è toccata la fortunatissima sorte di una torta delle rose burrosa, soffice e profumata. Il gin & tonic è fatto col Bobby’s Gin (il preferito di Marco Benetazzo) e bitter alla lavanda. Bell’accostamento.

Nota di merito ulteriore per la colonna sonora del locale, un regalo per chi nutre passione per il jazz come me, e se mi domandaste qual è la musica perfetta per un buon cocktail, risponderei che è inevitabilmente il jazz. Vabbé, non me l’avete chiesto, ma l’ho detto lo stesso.

Box Caffè in Galleria – Galleria Corner Piscopia, 19 – Padova – tel. 049 8758595


Scrivi un commento