Ah, gli inglesi! No Prosecco per i denti, sì per il bagno

prosecco_bathing_400

Ah, questi inglesi! Che si decidano, una buona volta. Il Prosecco, a sentir qualche loro giornalista, farebbe male ai denti, ma, stando a qualcun altro, ci si può addirittura fare il bagno, sissignori.

Già, proprio oggi che qui da noi infuria la polemica per quel che ha scritto The Guardian, sulle cui pagine Zoe Williams che ammonito i sudditi di sua maestà di smettere di bere Prosecco per salvare i denti (“Save your teeth – and six other reasons to give up prosecco“, è il titolo del contestatissimo – da parte italiana – articolo), un’altra testata britannica, Metro, invita a gustarsi il più “bollicinoso” dei bagni, a base di Prosecco, ovviamente.

O meglio, non proprio di Prosecco intesto come vino, bensì di un nuovo “Prosecco bathing gel”. “You can now enjoy the bubbliest of baths with this prosecco bathing gel“, titola l’articolo di Hattie Gladwell. Però bevendo un calice di Prosecco mentre si fa il bagno.

A lanciare sul mercato la schiuma da bagno che sa di Prosecco è stata Prezzybox, società che vende on line le sue idee regalo. Ebbene, costoro – si legge su Metro – stanno vendendo schiuma al profumo di vodka, di Coca Cola e perfino di gin tonic, “ma – cito – il più raffinatp di tutti è il bagnoschiuma al Prosecco – e non possiamo pensare a niente di meglio che riposarsi nella vasca circondati dal profumi della nostra bottiglia preferita con un bicchiere di Prosecco in mano”.

A proposito: il bathing gel al Prosecco è “made in Great Britain”, ma lo spediscono anche in Italia: costa solo 11 euro a flacone. Provare per credere, sul sito di Prezzybox. Lo dico a beneficio degli adirati produttori prosecchisti, che così potranno farsi il loro bagno immersi nella schiuma che sa di Prosecco, brindando nel mentre con un calice delle loro bollicine, alla faccia del Guardian e del mal di denti.


Scrivi un commento